27 GENNAIO 2017 UNA DATA DA RICORDARE: RICONOSCIMENTO SPECIALE ALL’I.C. TITO LUCREZIO CARO -85° BERLINGIERI PER L’VIII EDIZIONE DI “MEMORIAE” DELLA FONDAZIONE VALENZI

25.01.2017 23:13

La settimana dedicata al ricordo delle vittime della Shoah, nella nostra scuola, quest’anno assume  un particolare rilievo. Tante sono le attività  didattiche e le discussioni sul tema  della Giornata della Memoria,  istituita nel giorno 27 Gennaio, per non dimenticare il genocidio di sei milioni di Ebrei.

Ma un evento eccezionale rende questa giornata ancora più particolare. La nostra scuola con la classe terza D ha ricevuto un riconoscimento speciale  per il progetto Memoriae della Fondazione Valenzi,   per aver realizzato “Le ragioni della memoria: la Shoah spiegata ai bambini - Irena Sendler. La straordinaria vita della donna che salvò duemilacinquecento bambini ebrei dallo sterminio”.  Un fumetto sulla vita di Irena Sendler, un’infermiera polacca cattolica che ha salvato migliaia di  bambini ebrei, portandoli fuori dal ghetto nei più disparati modi.

Il fumetto è nato l’anno scorso, come attività trasversale della classe. In esso si sono intersecati diversi tipi di linguaggio, quello iconico–espressivo del disegno, quello narrativo con la creazione di uno story board e quello informatico, con l’assemblaggio mediante l’utilizzo di un programma di photo-editor, lavoro svolto in sinergia dal  docente  di lettere professor  Vincenzo Somma e dalla professoressa d’arte Roberta Gragnaniello.

L’idea del fumetto è nata per spiegare ai bambini più piccoli un tema così difficile come l’Olocausto - spiega il professor Somma - e ha visto la collaborazione di tutti gli alunni della classe, prendendo  vita man mano dopo che si è conosciuta la vita straordinaria di questa donna Irena Sendler, storia venuta alla luce pochi anni orsono, in seguito a degli studi fatti da alcuni studenti universitari americani.

I ragazzi della terza D si sono appassionati alla storia raccontata dalla professoressa Suzana Glavaš, che ha incontrato gli studenti della scuola secondaria di primo grado “Tito Lucrezio Caro” per un’intervista da parte dei giovani redattori del “Caro” Giornalino Online in occasione della Giornata della Memoria dell’anno scorso. Successivamente, i giovani “fumettisti” hanno assistito alla bellissima rappresentazione teatrale del regista Roberto Giordano autore del libro “Irena Sedler, la terza madre del ghetto di Varsavia” di cui la professoressa Glavas è stata la curatrice.

La classe III D con i suoi professori, quindi,  è stata  invitata a ritirare il “riconoscimento”  dal Dott. Nico Pirozzi,  coordinatore del Progetto Memoriae, Venerdì 27 Gennaio 2017  presso Teatro Trianon di Napoli nell’ambito di un’importante cerimonia che vedrà l’attribuzione  delle stelle di David a testimoni e vittime della barbarie antisemita, ma anche ad esempi positivi nella lotta attuale alla criminalità organizzata e al perseguimento della legalità.

Saranno premiati, Marco De Paolis, Procuratore militare della Repubblica di Roma per la sua attività di rappresentante della pubblica accusa, esperto in materia di crimini di guerra della Seconda Guerra Mondiale;  il Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco, per l’impegno verso le popolazioni terremotate;  Paolo Siani, alla memoria del fratello  Giancarlo, il  giornalista  ucciso dalla camorra il 23 settembre 1985.

Il progetto Memoriæ è rivolto a mantenere vivo a Napoli e in Italia il ricordo della Shoah e tenere alta l’attenzione contro ogni forma di razzismo e discriminazione culturale, sociale e politica.

Ultima notizia,  non meno importante, gli alunni  e i docenti della “Tito Lucrezio Caro” protagonisti di questa bella avventura, saranno sotto i riflettori di Rai 3 nel Programma televisivo Buongiorno Regione alle 7.30 di Venerdì 27 gennaio 2017.

 

  VEDI IL TRAILER 

 LEGGI IL FUMETTO

 
 
 
 
 

 

 

 

Indietro

Contatti

carogiornalinonline

© 2014 Tutti i diritti riservati.

Crea un sito web gratisWebnode